Palazzo vescovile Palazzo vescovile

Palazzo vescovile (5)

ll complesso che dal 1622 è sede del Vescovado, è stato più volte ristrutturato nel corso dei secoli, inglobando le duecentesche torri dei Pallaleoni e dei Capitani del Popolo ed altri edifici trecenteschi. Dal 1489 il palazzo fu concesso ai preti ed ai canonici della cattedrale per la loro residenza e fu aperta la scalinata che lo separa dal palazzo dei Vicari. Nel 1746 subì radicali trasformazioni con la decapitazione delle torri che minacciavano rovina e la costruzione del portale in pietra e delle due rampe di accesso con balaustra.

Palazzo Vescovile

Sulla facciata sono visibili i resti delle antiche costruzioni due e trecentesche negli archi a sesto acuto. All'interno, la cappella del palazzo, dedicata all'Assunta e a San Giovanni Battista, fu affrescata da un aiuto del pittore Bamberini.