Festa degli Aquiloni Festa degli Aquiloni

Il lancio degli aquiloni e il corteo storico

festa acquiloniLa prima domenica dopo Pasqua è dedicata al lancio degli Aquiloni. La festa nasce nel 1968 ed ha origini religiose: dopo la cerimonia religiosa della mattina alla quale partecipa un raduno dei giovani di educazione cattolica (ACR) i festeggiamenti si spostavano sul prato antistante la Torre di Federico II dove si approfittava dell'aria primaverile per fare picnic e far volare gli aquiloni. Con gli anni l'evento si è laicizzato. Sin dal mattino si levano in volo decine di aquiloni, con i maestri di San Miniato che aiutano i principiani a portare in alto gli aquiloni costruiti secondo la vecchia tradizione toscana: canne di fiume essiccate all'aria aperta, spago naturale, colla fatta con acqua e farina, carta oleata o velina. A San Miniato si è formata negli anni una scuola di maestri aquilonari, costruttori, vero folklore esportato in tanti paesi italiani che li richiedono, grazie alla loro passione e competenza.

La giornata si svolge con numerose attività implementate nel corso delle oltre cinquanta edizioni: la forma unica del rombo associato all'aquilone ha incuriostio anche gli artisti i quali si sono approcciati alla festa ricreando su tele appositamente costruite a forma romboidale opere d'arte di unica concezione. L'asta degli aquiloni d'arte sono devoluti per sostenere la manifestazione. La giornata ospita inoltre una sfilata del corteo storico cittadino per le vie del centro. Nato a metà degli anni Settanta, i personaggi del corteo rappresentano figure attinenti alla realtà storica della città, partendo da Matilde di Canossa a Pier delle Vigne, da Costanza d'Altavilla a Federico II di Svevia, da Franco Sacchetti a Lodovico Cardi detto "Il Cigoli", da Maria Maddalena d'Austria fino a Napoleone, il quale durante la campagna d'Italia fece campo a Fucecchio e tenne un consiglio di guerra a San Miniato. La giornata si conclude con il volo delle mongolfiere. Dalla piazza del Duomo prendono la via del cielo tre mongolfiere cariche di messaggi e poesie di pace che i bambini scrivono per affidarli al vento. Da oltre venti anni, in questo giorno è stata istituita la Mostra Mercato dei Fiori che inserendosi nella cornice di piazza del Seminario completa la manifestazione inaugurando l'arrivo della primavera.