News News

"L'estate di San Martino" Premio città di San Miniato al Teatro Amatoriale-dal 26 Ottobre al 1 Novembre

"L'estate di San Martino" Premio città di San Miniato al Teatro Amatoriale-dal 26 Ottobre al 1 Novembre a San Miniato, in centro storico, Sala congressi dell'Hotel San Miniato, via Aldo Moro,2 . ...

“Vite spezzate” le 55 vittime del Duomo ricordate con un’opera d’arte dell’Artista Mario Rossi

“Vite spezzate” le 55 vittime del Duomo ricordate con un’opera d’arte dell’Artista Mario Rossi E' stata inaugurata e benedetta sabato 22 luglio dal vescovo di San Miniato Andrea...

Venticinquesimo premio letterario internazionale La Rocca Città di San Miniato-Sabato 28 Ottobre

Venticinquesimo premio letterario internazionale La Rocca Città di San Miniato-Sabato 28 Ottobre a San Miniato, in centro storico, Auditorium Carismi in Piazza Buonaparte. E' un...

Eventi Eventi

FESTIVAL DEL PENSIERO POPOLARE / PALIO DI SAN ROCCO PELLEGRINO-dall' 8 al 16 Agosto

Comune di San Miniato San Miniato Promozione
Movimento Shalom Filarmonica Giuseppe Verdi
in collaborazione con
La conchiglia di Santiago e con RSA Del Campana Guazzesi
presentano
Palio di San Rocco Pellegrino 
Festival del pensiero popolare  8-16 agosto 2017 
nona edizione
 
Il Programma 
 
Martedì 8 agosto
 
ore 18,45 da piazza XX settembre
nella Chiesa di San Rocco, inaugurazione di "Daniela Billi, Jesus, un uomo tra gli uomini" partecipa Vittorio Gabbanini, sindaco di San Miniato. A seguire visita inaugurale alle altre mostre, tra l'altro "La Prima Guerra Mondiale a San Miniato", "Accademia degli Euteleti: Gastone Rinaldi, da Sao Paolo con colore", Daniele Alamia; "Claudio Fiaschi un cuoco di terra e di mare", "Pasquale Moffa, Andrea Lippi due fotografi", "Giulia Gattos, Chiocciole robot, sculture e dardi", "Moti carbonari, A San Miniato c'era il mare. Paleontologia a San Miniato", "La casa museo di Dilvo Lotti" e ancora altre.
Ore 20,00 giardino Del Campana Guazzesi (area ristorante) 
comincia la cena
Ore 21,30 giardino del Campana Guazzesi, spettacolo comico musicale
ore 22.00 piazza XX settembre, Chiesa di Santa Caterina e dintorni
Open Doors / La casa vuota
(la storia di Clitemnestra dall'Agamennone classico a oggi)
con Andrea Pertici, Cristina Ferniani, Nicola Moscardi, Cinzia Salvadori, Susanna Pietrosanti, Alessandro Gambineri e molti altri giovani attori.
Regia Sergio Bulleri 
ore 23.30 chiesa di San Rocco e dintorni
la Compagnia della Conchiglia
e gli attori di Open Doors
presentano
"Dedicato a Paolo Villaggio"
Dai libri di Fantozzi (ogni sera parti diverse)
 
mercoledì 9 agosto
 
ore 18,45 piazza XX settembre
Esiste una politica per i giovani? Che opportunità sono loro offerte?
Il lavoro oggi è solo utopia? Giacomo Gozzini assessore a San Miniato incontra  Alessandra Nardini , consigliere regionale e responsabile giovani del PD
Ore 20,00 giardino Del Campana Guazzesi (area ristorante) 
comincia la cena
ore 21 giardino Del Campana Guazzesi (area ristorante)
Gruppo Core 
presenta 
Tutta un'altra musica
canzoni e teatro con gli anziani di nove case di riposo
dirige il maestro Simone Faraoni
ore 23.30 chiesa di San Rocco e dintorni
la Compagnia della Conchiglia
e il gruppo CoRe
presentano
"Dedicato a Paolo Villaggio"
Dai libri di Fantozzi (ogni sera parti diverse)
 
Giovedì 10 agosto 
 
Ore 17 Incontri alla casa di Dilvo Lotti (via Maioli 22)
Le carte della vita, a cura di Luca Macchi 
Tema di oggi: La ceramica, il vetro, l'affresco. Dagli affreschi di Pontedera alle vetrate per Santo Stefano, fino al Crocifisso per Sant'Andrea (occorre assolutamente prenotarsi allo 0571 42745 o scrivere a segreteria@sanminiatopromozione.it)
ore 18.45 piazza XX settembre
I giovani e la violenza. Presentazione del libro "Anatomia di un delitto. Rapimento, sequestro e uccisione di Maria Teresa Novara" di Marilina Veca e Stefano Cattaneo. Con Marilina Veca, giornalista e presidente della onlus Rinascere e Silvia Della Monica, magistrato. Conduce l'incontro don Andrea Cristiani, fondatore del Movimento Shalom
Ore 20,00 giardino Del Campana Guazzesi (area ristorante) 
comincia la cena
ore 21.00 giardino Del Campana Guazzesi (area ristorante)
Spettacolo comico musicale
ore 24,00 chiesa di San Rocco e dintorni
la Compagnia della Conchiglia
presenta
"Dedicato a Paolo Villaggio"
Dai libri di Fantozzi (ogni sera parti diverse)
 
Venerdì 11 agosto 
 
ore 18,45 chiesa di San Paolo, celebrazione di Santa Chiara
Ilaria Savini e Simone Faraoni, cantano laudari sacri di Cortona
Ore 20,00 giardino Del Campana Guazzesi (area ristorante) 
comincia la cena
ore 21.00 giardino Del Campana Guazzesi (area ristorante)
VINCANTO in concerto
presentazione di Canti rovesci, il nuovo CD 
di questo straordinario gruppo musicale
con Iliaria Savini, voce e percussioni, Alessandro Cei, voce e chitarra, 
Simone Faraoni, voce, fisarmonica, percussioni
ore 23.30 chiesa di San Rocco e dintorni
la Compagnia della Conchiglia
presenta
"Dedicato a Paolo Villaggio"
Dai libri di Fantozzi (ogni sera parti diverse)
 
Sabato 12 agosto
 
ore 17 "La Francigena per chi ci sta" 
(da piazzetta di Pancole) 
visita in alto e in basso: la San Miniato segreta, 
il tetto del Palazzo del Campana Guazzesi,
il campanile del Duomo o Torre di Matilde e ancora altri luoghi. 
guidati e ispirati da Giovanni Corrieri
ore 18,45 piazza XX settembre 
I giovani lungo la via Francigena. Idee, opportunità di lavoro, ma anche di tempo libero. Le ragazze e lo sport: l'Empoli Ladies promosso quest'anno in serie A. Intervista al direttore sportivo Marco Landi, all'allenatore Alessandro Pistolesi e al primo portiere Rachele Baldi e altre ragazze della squadra. Conduce Jacopo Mancini.
Ore 20,00 giardino Del Campana Guazzesi (area ristorante) 
comincia la cena
ore 21.00 giardino Del Campana Guazzesi (area ristorante)
Spettacolo comico musicale
Ore 21.45 Chiesa di Santa Caterina, piazza XX settembre
"Consonanze", la Poesia incontra l'Arpa"
(Betti editrice, Siena 2013)
Le autrici Caterina Trombetti, poetessa e Antonella Natangelo arpista e compositrice presenteranno dal vivo la loro opera poetico-musicale
ore 22.30 piazza XX settembre
Chille della Balanza presenta 
Don Milani e "Lettera a una professoressa"
racconto e disegno dello spettacolo, con Monica Fabbri (Signora B),
autrice di "Ho disegnato Lettera a una professoressa" 
e Claudio Ascoli, regista 
ore 23.30 giardino Migliorati, piazza XX settembre 
la Compagnia della Conchiglia
presenta
"Dedicato a Paolo Villaggio"
Dai libri di Fantozzi (ogni sera parti diverse)
 
Domenica 13 agosto 
 
ore 17 da piazza Buonaparte
"La Francigena per chi ci sta" 
(da piazzetta di Pancole)
La San Miniato segreta: visita nei luoghi della Prima guerra mondiale
a cura di Manuela Parentini, guidati e ispirati da Giovanni Corrieri
ore 18,45 piazza XX settembre 
I giovani lungo la via Francigena. Idee e opportunità di lavoro:
a Montaione, in località Alberi, ha sede IHP, 
Italian Horse Protection onlus, unico centro in Italia
per l'aiuto ai cavalli in difficoltà. Un luogo che accoglie giovani e cavalli,
da tutto il mondo. Sarà presente Sonny Richichi, presidente nazionale della Italian Horse Protection e altri volontari dell'associazione.
Ore 20,00 giardino Del Campana Guazzesi (area ristorante) 
comincia la cena
ore 21.45 giardino Del Campana Guazzesi (area ristorante)
Alessio Guardini e Andrea Mancini e l'editore STEFANO MECENATE
ricordano PAOLO VILLAGGIO e il suo tragico FANTOZZI
La memoria più viva è quella di un debordante Villaggio, invitato da Mecenate
a presentare un libro di Nori, la moglie di Sergio Corbucci che con Villaggio ha girato molti film.
a seguire
La Compagnia Gàndalus
presenta
Delle vicende di certi pellegrini sul cammin di Sigerico
le straordinarie terzine di Alessio Guardini, poeta e narratore,
con la sua compagine di musici e buffoni
ore 24.00 chiesa di San Rocco e dintorni
la Compagnia della Conchiglia
e gli attori di Gandalus
presentano
"Dedicato a Paolo Villaggio"
Dai libri di Fantozzi (ogni sera parti diverse)
 
Lunedì 14 agosto 
 
ore 18,45 piazza XX settembre
I giovani lungo la via Francigena. Idee, opportunità di lavoro e di tempo libero.
Il volontariato: un gruppo di giovani al ritorno da un viaggio in Terrasanta
con il vescovo Andrea, si raccontano. Con Andrea Migliavacca vescovo di San Miniato. Coordina Matteo Squicciarini, responsabile giovani del Movimento Shalom
Ore 20,00 giardino Del Campana Guazzesi (area ristorante) 
comincia la cena
ore 21.00 giardino Del Campana Guazzesi (area ristorante)
spettacolo comico musicale
ore 22 Piazza XX settembre
Concerto / spettacolo dell'Orchestra Fuoritempo di Trento
Una straordinaria esperienza in collaborazione con l'Associazione Tribù del Mondo:
più di 50 ragazzi di Trento propongono uno spettacolo dove la musica è l'elemento principale accompagnata da brevi narrazioni e con interventi multimediali. Tema conduttore del progetto è l'adozione non solo come istituto giuridico ma anche dal punto di vista dell'accoglienza, del prendersi cura, del dedicarsi anche agli altri.
ore 23,30 giardino Palazzo Migliorati, piazza XX settembre
la Compagnia della Conchiglia
presenta
"Dedicato a Paolo Villaggio"
Dai libri di Fantozzi (ogni sera parti diverse)
 
Martedì 15 agosto (la via Francigena)
 
ore 18,30 piazza XX settembre
I giovani lungo la via Francigena. Idee e opportunità di lavoro.
Il formaggio del dottore e poi il grano antico e anche i carciofi: alcuni giovani della zona si dedicano con successo all'avventura della terra e alla pastorizia.
Con Emanuele Bianucci e Guido Tosi. 
ore 20 in piazza Buonaparte
Cena popolare
Ore 21,30 in piazza Buonaparte
Giacomo Gozzini, assessore al turismo presenta il 
Concerto spettacolo dell'Orchestra Fuoritempo di Trento
TRIBU' DEL  MONDO 
Tutti i bambini del mondo hanno diritto ad avere una famiglia!
Ore 22,30 in piazza Buonaparte
Per il terzo anno torna il grande Massimo Gabbrielli
stavolta con la musica d'ascolto della
MICHELE E SABRINA BAND
Serata vintage: con cumbia, fox, bachata, cha-cha-cha, mambo, meneito, balli di gruppo, dance anni '80-'90, liscio (mazurca, valzer lento, tango ecc.)
ore 24 chiesa di San Rocco e dintorni
la Compagnia della Conchiglia
presentano
"Dedicato a Paolo Villaggio"
Dai libri di Fantozzi (ogni sera parti diverse)
 
Mercoledì 16 agosto (la Festa di San Rocco) 
 
Ore 10,30 Oratorio di San Rocco, piazza Buonaparte
Santa Messa dedicata al Santo di Montpellier
ore 18.30 in piazza XX settembre
Incontro con Simone Migliorini, 
un giovane con Ermanno Olmi e Giorgio Albertazzi 
che sceglie il teatro antico per i ragazzi di oggi
dalle ore 18 in piazza Buonaparte
PALIO DI SAN ROCCO
(giochi popolari con rottura dei cocomeri col culo)
ore 20 in piazza Buonaparte
Cena popolare
ore 21,00 piazza Buonaparte
Festa di incensi e dell'enorme Buttafumo 
issato nella piazza, sopra il Monumento a Canapone,
e saluto della statua di Giulio Greco
dedicata a San Rocco pellegrino
a seguire
il sindaco VITTORIO GABBANINI
premia con lo speciale San Rocco 2017
SIMONE MIGLIORINI
fondatore del Festival internazionale del Teatro Romano di Volterra
a seguire
PAN… CRAZIO 
di Alma Daddario
uno spettacolo con Simone Migliorini attore, 
Carlotta Bruni coreografa e danzatrice, 
Angela Zapolla violino, David Dainelli al piano, 
Daniela Billi quadri in scena, Paolo Morelli luci
ore 24 chiesa di San Rocco e dintorni
la Compagnia della Conchiglia
e gli attori di Pan…crazio
presentano
"Dedicato a Paolo Villaggio"
Dai libri di Fantozzi (ogni sera parti diverse)
  
I GIOVANI: QUESTO IL TEMA DEL PROSSIMO FESTIVAL DEL PENSIERO POPOLARE / PALIO DI SAN ROCCO PELLEGRINO  
di Andrea Mancini
Il Festival del pensiero popolare / Palio di San Rocco Pellegrino, la nona edizione dall'8 al 16 agosto 2017, è dedicato alle giovani generazioni. Non so quanti giovani ci saranno, i ragazzi sono spesso da altre parti, soprattutto d'agosto, ma questo non vuol dire che il nostro festival non possa parlare dei giovani, essere impostato sul loro impegno e sul loro lavoro, costruire nuove prospettive dalle quali guardare al futuro.
Già l'ultima edizione, nel 2016, ha superato ogni aspettativa. Nessuno se lo aspettava, da qui in poi non possiamo che crescere. Vorremmo raggiungere una consapevolezza organizzativa, che ci permetta di realizzare un festival importante, unico a livello nazionale, ma anche internazionale. Dove i temi discussi nel pomeriggio, si incontrano con gli spettacoli della sera, più film, più danza, più musiche, canzoni, mostre. 
La cultura è un vizio! Un vizio da condividere con gli altri, soprattutto i più semplici. 
Lavorare sui giovani vuol dire molte cose, ma senz'altro dovremo parlare di internet e dei social network; dovremo parlare di lavoro, delle tante strade chiuse che la società apre verso i ragazzi, o meglio chiude! ma parleremo anche di volontariato, quello internazionale ad esempio, quello di movimenti onlus, come il Movimento Shalom, che può dare ad un ragazzo qualcosa di più del vuoto che si avverte intorno; poi dell'uso del tempo libero, e anche delle tante possibilità espressive che ci possono essere per i giovani, che spesso però non hanno sbocchi, non vanno più in là degli innumerevoli stage o corsi che un ragazzo può frequentare; e ancora dell'impegno delle religioni verso le giovani generazioni, anche quello negativo, che non è solo dell'Isis, ma di tutte quelle "fedi" che cercano l'integralismo e la cieca partecipazione; poi il rapporto tra giovani e la disabilità: sono sempre di più i ragazzi vinti da quello che una volta si chiamava "male di vivere", oltre a tutti quelli che hanno problemi fisici. In effetti non esistono che pochi interventi in materia; spesso queste persone, purtroppo sempre di più, sono lasciate al solo sostegno del volontariato e dei loro congiunti. Ultima cosa che ci viene in mente – ma certo ce ne saranno molte altre – è appunto l'impegno delle società e dei governi verso le nuove generazioni, tutti dovrebbero capire che il futuro è come sempre dei giovani, sono loro che tra qualche anno, forse qualche mese, dovranno essere pronti a costruire la società di domani, e anche la politica deve impegnarsi nei confronti del nuovo, non solo a discorsi, ma con atti concreti. Così porteremo a confrontarsi con il nostro pubblico anche qualche responsabile delle politiche verso i giovani e semmai anche qualche giornalista che se ne occupi. Tutto questo dibattito culturale, che riempirà l'agosto sanminiatese, sarà immesso all'interno di un clima che è insieme ricreativo e culturale, con spettacoli importanti (anche questi sul tema delle nuove generazioni) e anche con tanti altri momenti di ristoro e di aggregazione.
Il premio San Rocco 2017 sarà assegnato a Simone Migliorini, un ex giovane di Volterra che ha seguito la via dell'arte, con Ermanno Olmi, Alan Rickman, Giorgio Albertazzi, restando profondamente legato alla sua città natale, un luogo che ha tante analogie con la nostra San Miniato. Migliorini porterà in scena una sua opera teatrale, "Pan… crazio" di Alma Daddario, un lavoro che mette insieme la grande recitazione teatrale, alla Gassman o forse meglio alla Albertazzi, con la grande danza di Carlotta Bruni e la grande musica di Davide Dainelli e Angela Zappolla.
LE SEZIONI
DANIELA BILLI
Intanto Daniela Billi, la protagonista di quest'anno, con il suo lavoro su "Jesus, un uomo di oggi", uno straordinario ciclo pittorico dedicato alla figura di Gesù. La Billi è un'artista pratese di forte espressività. L'interesse davvero straordinario del suo percorso artistico l'ha fatta incontrare con il teatro di Migliorini (alcuni suoi quadri fanno parte della scenografia del "Pan…crazio", i suoi quadri riescono a diventare davvero parte della scena. Nelle opere presenti a San Miniato, il canto sarà rivolto verso un uomo chiamato Gesù, nel senso che la ricerca della pittrice privilegia la parte terrestre del figlio di Dio, recuperandone le tracce sia nella propria tavolozza, quindi con una serie di colori piuttosto aggressivi, sia nella storia dell'arte, perché spesso si leggono nei quadri evidenti riferimenti alla grande pittura sacra, del Rinascimento ma anche dei secoli successivi.
LE ALTRE MOSTRE
Le altre mostre sono di forte interesse, anche locale. Si parte da quella, curata da Manuela Parentini sulla Prima Guerra Mondiale nella nostra città, con una serie di ricordi e dimenticanze. Anche nella strada che collega piazza Buonaparte a piazza XX settembre, che è dedicata al generale Paolo Majoili (così si scriveva allora), morto appunto durante la Prima Guerra Mondiale, sul Monte Majo, in provincia di Vicenza, il 20 agosto 1918.
Poi le mostre fotografiche di Andrea Lippi e di Pasquale Moffa, che ogni anno portano il loro splendido lavoro, all'interno del nostro festival e quella – anch'essa fotografica – di Daniele Alamia, che ha dedicato la sua ricerca ad un cuoco prestigioso del nostro territorio, quel Paolo Fiaschi che di recente, dopo Papaveri e Papere, ha iniziato una nuova straordinaria avventura a San Vincenzo, riaprendo nei locali dello straordinario Gambero Rosso.
Ancora la mostra, realizzata dall'Accademia degli Euteleti, su un pittore sanminiatese, Gastone Rinaldi, che dal 1950 fino alla morte ha vissuto a San Paolo del Brasile.
Avremo ancora la mostra, promossa da Moti Carbonari che ha promosso la ricerca "A San Miniato c'era il mare", l'elaborazione di quattro pannelli che documentano una nostra preistoria, da molti neppure immaginata.
Infine un'altra piccola mostra a cui teniamo molto, di una giovane artista del nostro territorio, Giulia Bilardo, che si firma Giulia Gattos ed è la figlia di due artigiani orafi. Giulia ha lavorato con la scultura, verso la creazione di una sorta di chiocciola robot, ma soprattutto documentando qualcosa di poco conosciuti, cioè i "dardi" che questi animali producono. 
TEATRO E CINEMA
Anche quest'anno tanto teatro, intanto nove serate dedicate a Paolo Villaggio, con vari gruppi che si confronteranno con il suo personaggio principe, cioè il ragionier Fantozzi, ma anche con altre storie, ad esempio quella coltissima del Fellini di "La voce della luna", accanto a Roberto Benigni. Poi avremo la "Clitemnestra del gruppo Open Doors, a dimostrare la popolarità del teatro classico e "Tutta un'altra musica" lo straordinario spettacolo del gruppo CoRe, che mette in scena, tra canti e balli, una inaspettata folla di anziani di una decina di case di riposo della zona, con la direzione di un gruppo di eccezionali operatori, guidati da Luca Carli Ballola e da Simone Faraoni, che quest'anno vedremo anche in altre vesti, sarà infatti insieme a Ilaria Savini a cantare laudi sacre nella Cjiesa di San Paolo, dalle suore clarisse, ma sarà anche, insieme ad Ilaria e ad Alessandro Cei – il gruppo dei Vincanto – a eseguire il loro Il canto rovesciato, un cd e uno spettacolo dedicato alla canzone popolare. Ancora l'intenso "Consonanze", l'incontro dell'arpa e della poesia, con Antonella Natangelo e Caterina Trombetti; e il "Lettera a una professoressa" con Caludio Ascoli e Monica Fabbri di Chille de la balanza. Poi la Compagnia Gandalus che scherzerà "Delle vicende di certi pellegrini sul cammin di Sigerico"; ancora due straordinari concerti spettacolo con l'orchestra Fuoritempo di Trento, costituita da un sessantina di ragazzi con tutti i loro strumenti musicali e la loro voglia di esprimersi. L'esibizione spettacolo di Michele e Sabrina Band ricostruirà un'atmosfera da balera, mentre il "Pan…crazio" di Alma Daddario porterà i "grandi attori" davanti al popolo di piazza Buonaparte, dopo che quelle stesse persone avranno assistito allo spettacolo più atteso: il lancio del Buttafumo e l'uscita del santo dall'Oratorio di San Rocco, a celebrare la festa di questo protettore dei pellegrini che affollano la via Francigena.
GLI INCONTRI
Molti e pieni di interesse, come ogni anno. Partiamo da quello che è il tema di questa edizione del Festival, cioè "I giovani" e ancora di più "Il lavoro dei giovani lungo la via Francigena". Si parte con la politica. Cosa fa la politica per i giovani, con Alessandra Nardini, consigliere regionale e responsabile giovani del PD e si va avanti con una serata molto particolare, ma purtroppo di grande attualità, anche in territori a noi vicini; cioè una serata sulla violenza nei confronti delle giovani vittime, con Marilina Veca, una giornalista che ha dedicato la vita alla vicenda di una ragazzina che fu rapita, costretta a prostituirsi, lasciata morire, che interverrà assieme ad un magistrato d'assalto, Silvia Della Monica, che ha partecipato ai processi sul cosiddetti Mostro di Firenze, e don Andrea Cristiani del Movimento Shalom, che porterà anche il suo contributo morale. Poi un pomeriggio dedicato allo sport, ma nella sua accezione bella, non competitiva, dove un gruppo di ragazze della nostra zona vince lo scudetto e passa in serie A. La storia eccezionale è quella dell'Empoli Ladies, condotta da Jacopo Mancini, ci saranno il direttore sportivo Marco Landi, l'allenatore Alessandro Pistolesi e il primo portiere Rachele Baldi. Capire la filosofia di queste ragazze vuol forse dire capire meglio i nostri giovani, sarà una serata importane, come del resto quelle dei giorni successivi, dove si ascolteranno i ragazzi dell'Italian Horse Protection onlus, unico centro in Italiaper l'aiuto ai cavalli in difficoltà. Un luogo che accoglie giovani e cavalli da tutto il mondo. Sarà presente Sonny Richichi, il presidente dell'associazione che ha sede nel Comune di Montaione. Poi ancora un volontariato di fede con il Vescovo Andrea e i giovani appena rientrati da un viaggio in Terrasanta e infine l'invenzione di un lavoro, come alcuni giovani laureati decidono di impegnarsi nell'agricoltura e nella pastorizia, dando vita a due fiorenti attività. Avremo Emanuele Bianucci, coltivatore dei buonissimi carciofi di San Miniato e di tante altre specialità e i fratelli D'Agostino che gestiscono in località Varna di Montaione, la Fattoria Le Caprine, sepcialilizzata nella produzione di buonissimi formaggi.
Ci saranno poi tanti altri incontri, ad esempio uno con ottava rima dedicato a Paolo Villaggio, uno sul racconto di una vita dedicata al teatro e al cinema (da parte di Simone Migliorini), quello su l'arte di Dilvo Lotti, quelli accompagnati da Giovanni Corrieri, da Manuela Parentini, da Delio Fiordispina in giro per San Miniato, veri e propri incontri itineranti.
   
LE ALTRE MOSTRE
Le altre mostre sono di forte interesse, anche locale. Si parte da quella, curata da Manuela Parentini sulla Prima Guerra Mondiale nella nostra città, con una serie di ricordi e dimenticanze. Anche nella strada che collega piazza Buonaparte a piazza XX settembre, che è dedicata al generale Paolo Majoili (così si scriveva allora), morto appunto durante la Prima Guerra Mondiale, sul Monte Majo, in provincia di Vicenza, il 20 agosto 1918.
Poi le mostre fotografiche di Andrea Lippi e di Pasquale Moffa, che ogni anno portano il loro splendido lavoro, all'interno del nostro festival e quella – anch'essa fotografica – di Daniele Alamia, che ha dedicato la sua ricerca ad un cuoco prestigioso del nostro territorio, quel Paolo Fiaschi che di recente, dopo Papaveri e Papere, ha iniziato una nuova straordinaria avventura a San Vincenzo, riaprendo nei locali dello straordinario Gambero Rosso.
Ancora la mostra, realizzata dall'Accademia degli Euteleti, su un pittore sanminiatese, Gastone Rinaldi, che dal 1950 fino alla morte ha vissuto a San Paolo del Brasile.
Avremo ancora la mostra, promossa da Moti Carbonari che ha promosso la ricerca "A San Miniato c'era il mare", l'elaborazione di quattro pannelli che documentano una nostra preistoria, da molti neppure immaginata.
Infine un'altra piccola mostra a cui teniamo molto, di una giovane artista del nostro territorio, Giulia Bilardo, che si firma Giulia Gattos ed è la figlia di due artigiani orafi. Giulia ha lavorato con la scultura, verso la creazione di una sorta di chiocciola robot, ma soprattutto documentando qualcosa di poco conosciuti, cioè i "dardi" che questi animali producono.