Balconevisi Balconevisi

Balconevisi

Antico borgo del contado sanminiatese fra i torrenti Egola e Chiecina. La sua chiesa di San Pietro compare fra quelle dipendenti dalla pieve di Corazzano già nel 1260.

balconevisi

Da sempre sotto la giurisdizione del Comune di San Miniato ,nel 1307 fu fatto insorgere dai ghibellini cacciati dalla città e nel 1328 fu occupato dai Pisani,ma entrambe le volte fu riconquistato dai Sanminiatesi. Il paese,situato su una collina tufacea,si snoda lungo la via principale,fino all'imponente villa-fattoria,già appartenuta alla famiglia Strozzi,posta alla sua estremità meridionale. Alla parte opposta del paese ,di un certo interesse architettonico ,i ruderi di una chiesa costruita interamente in cotto,con l'adiacente campanile a tre ripiani con bifore gotiche e terrazzino balaustrato. La località è famosa perché nel sottosuolo si trovano i pregiati tartufi bianchi.